Dal al

Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo evento è passato.

PAUL GAUGUIN Artista di mito e sogno

6 ottobre 2007 @ 8:00 - 3 febbraio 2008 @ 17:00

 

 

“Paul Gauguin. Artista di mito e sogno”: dal 6 ottobre 2007 al 3 febbraio 2008 al Complesso del Vittoriano di Roma circa 150 opere tra oli, disegni, sculture e ceramiche documentano il percorso umano ed artistico del grande Maestro evidenziando il suo sognante vagheggiare un’Età  dell’Oro, i richiami alla cultura e alla tradizione, le innovazioni del suo linguaggio pittorico unite ad un esotismo colto ed eclettico. Un’opportunità  unica, a due passi dalla Colonna Traiana, dal Foro, e da altri antichi siti archeologici, per considerare in situ le radici romane dell’opera di Gauguin, il suo debito nei confronti dei miti del passato e del presente primitivo, nella prima monografica mai dedicata a Roma all’artista francese.

La Mostra, che nasce sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con la collaborazione del Ministero per i Beni e le Attività  Culturali, si avvale del patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero Affari Esteri, Ministero Pubblica Istruzione e Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano ed è promossa dal Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali, Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche, Assessorato alla Comunicazione – unitamente alla Regione Lazio – Presidenza, Assessorato Cultura, Spettacolo e Sport.

Capolavori provenienti da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni private di tutto il mondo, tra cui spiccano il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen, ripercorrono l’intero cammino della vita e dell’opera del pittore da cui traspare la costante ricerca di una sorta di mitico Eden, il sogno di un luogo remoto sospeso nel tempo in cui regna una pace perfetta e un’abbondanza felice.

Come sottolinea Stephen F. Eisenman, “nessun artista, nà© prima nà© dopo, ha così assiduamente raffigurato l’incontro tra un colonizzatore europeo e gli indigeni, nà© trasformato in modo così radicale tale difficile rapporto in opere altrettanto incantate ed inquietanti. Gauguin, l’artefice di miti e sogni, Gauguin il Simbolista era anche Gauguin il virgiliano ed il classicista, i cui modelli di pensiero sono strettamente legati all’arte ed alle tradizioni letterarie di Roma antica.”

L’esposizione “Paul Gauguin. Artista di mito e sogno”, a cura di Stephen F. Eisenman, Ordinario di Storia dell’Arte alla Northwestern University, Chicago, con la collaborazione di Richard R. Brettell, Commissario Internazionale della mostra, Ordinario di Estetica alla  University of Texas, Dallas, si avvale di un prestigioso Comitato Scientifico composto da Richard R. Brettell, Anne-Birgitte Fonsmark, Direttore del Ordrupgaard Museum, Copenhagen, Tamar Garb, Ordinaria di Storia dell’Arte allo University College, Londra, Abigail Solomon-Godeau, Ordinaria di Storia dell’Arte all’Università  della California, Santa Barbara. La rassegna è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.

La mostra

Gauguin non è un classicista o un accademico convenzionale.  La sua Età  dell’Oro non è quella di Corot, pittore di ninfe dei boschi e albe eterne, nà© di Puvis de Chavannes, artista di boschi sacri e Monti Parnasi. Nonostante ciò, Gauguin sicuramente attinge dalle sue conoscenze sulle divinità  e sugli eroi dei tempi antichi quando dipinge i suoi soggetti bretoni, tahitiani e delle isole Marchesi. I riferimenti all’antichità  classica sono, per certi versi, inevitabili: in un momento storico in cui la ricerca etnologica e la comprensione delle cosiddette “culture primitive” sono ancora agli inizi, Gauguin non avrebbe potuto rappresentare la società  indigena bretone, della Martinica o del Pacifico meridionale senza fare in parte riferimento ai paradigmi dell’antica Grecia, romani, virgiliani e dell’Età  dell’Oro.  Tuttavia, il suo legame con l’antichità  va ben oltre qualcosa di istintivo; Gauguin menziona Virgilio in molte delle sue lettere ed in altri scritti, e deriva una serie di composizioni da fotografie di monumenti di Roma antica.

Per l’artista francese, stanco della lotta quotidiana per la sopravvivenza, imprigionato nella moderna Parigi, i miti di una cultura superstite e primitiva in Martinica, Bretagna ed Arles, ed il sogno di una vita libera tra i pacifici abitanti dell’Oceania rappresentano una liberazione; infiammano la fantasia e nutrono le sue energie artistiche.

Di fatto, Gauguin trova meno ma anche più di quanto previsto a Tahiti ed alle Marchesi: l’ordine primitivo che sognava non esisteva più  – ma era mai esistito? -, tuttavia la ricchezza e la complessità  della vita che aveva davanti agli occhi stimola la nascita di una serie di opere tra le più vivide e durature nella storia dell’arte.

L’ampia antologica “Paul Gauguin. Artista di mito e sogno” vuole proporre una ulteriore meditazione sull’opera dell’artista francese e desidera offrire anche al vasto pubblico la preziosa opportunità  di ripercorrere tappa per tappa il cammino artistico di Gauguin.

Sponsor: Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato – Gioco del Lotto, Gruppo Poste Italiane, Banca di Roma, Ferrovie dello Stato

Collaboratori: Gestore dei Servizi Elettrici – GSE, Ina Assitalia, Vodafone, Istituto Luce, American Express, carta di credito ufficiale

Collaboratori tecnici: Maggiore, Dimensione Suono Due, Hotel Eden, The Duke Hotel, Hotel Splendide Royal, Borghi International, Progress Fineart

 

Organizzazione e produzioneComunicare Organizzando

Catalogo: Skira

Dettagli

Inizio:
6 ottobre 2007 @ 8:00
Fine:
3 febbraio 2008 @ 17:00
Categoria Evento:

Luogo

Complesso del Vittoriano
Via San Pietro in carcere, snc
Roma, Italia
+ Google Map:

ergobaby porte bebe pas cher pandora shop louis vuitton tas adidas Tubular pas cher Nike Pas Cher Adidas NMD台灣官方網 louis vuitton Canada Goose Tilbud Canada Goose Jackets Sale Canada Goose Pas Cher Femme wantnbajersey Cheap New Balance Sale goyard sac prix Official Canadiens Jerseys Louis Vuitton Femme Pas Cher kshatriyasuperlam.com Montreal Canadiens